eritrocina sclerosi a placche leucoencefalomielite malattia demielinizzante tetraparesi spastica sclerosi laterale amiotrofica
Dr. Domenico Fiore: sclerosi multipla Dr. Domenico FIORE
V.le Madonna delle Grazie, 17
35028 Piove di Sacco (Padova)

ADESIONE STABILE
E
PRECIPITAZIONE DI COMPLESSI IMMUNI CIRCOLANTI

(Aggiornamento Marzo 2004)

L'adesione dei leucociti all'endotelio, nei siti di flogosi, si estrinseca in un processo multifase coinvolgente una fase iniziale di legame instabile mediato dalle selectine (la cui espressione sull'endotelio è indotta dai mediatori delle flogosi), seguita dall'attivazione delle B2-integrine leucocitarie. indotta da mediatori pro-infiammatori prodotti dall'endotelio o dai tessuti circostanti infiammati (la funzione delle B2-integrine è quella di mediare, cioè, di "preparare e favorire" l'adesione stabile dei leucociti all'endotelio). Lo sviluppo di una adesione stabile richiede un legame tra LFA-1 (Leucocyte Function-associated Antigen), molecole di adesione leucocitarie, e ICAMs (Inter-cellular adhesion molecules), molecole di adesione endoteliali; oppure, tra VLA-4 (very late activation antigens), molecola di adesione delle cellule immunocompetenti circolanti, e VCAM-1 (vascular celle adhesion), molecule di adesione dell'endotelio. Quindi, la "cascata di attività adesive" porta ad una adesione stabile (strong adhesion) solo se è mediata dai sistemi LFA1/ICAMs e/o VLA-4VCAM-1.

Le molecole LFA-1 e VLA sono espresse dai linfociti-T-attivati quando, in un sito d'infiammazione, nelle "pieghe" degli Antigeni-HLA di II classe venga loro presentato un antigene estraneo processato. La presentazione degli antigeni estranei ai linfociti-T è operata da cellule, specifiche dei vari tessuti, denominate Antigen Presenting Cells (APCs) ed è subordinata ad una adesione specifica dei linfociti-T alle APCs. La specificità della adesione dei linfociti-T alle cellule APCs è mediata dal "complesso TCR-CD3"; cioè, dal compleso costituito da CD3 (antigene di superficie che caratterizza lo stadio di differenziazione cellulare, "Cluster of Differentiation") e dal T-Cell Receptor dei linfociti-T. Con questo "complesso" il linfocita-T riconosce il peptide antigenico estraneo nel contesto degli Antigeni-HLA di II classe esposti dalle APCs. Solo se c'è stato questo riconoscimento, il linfocita-T espone anche la molecola di adesione LFA-1 e si arriva alla adesione stabile (che può essere bloccata da mAbs (anticorpi monoclonali) rivolti contro questa integrina o contro i suoi ligandi (ICAMs). La funzione principale della Alfa-4 integrina (detta anche: VLA-4 = very late activation antigens), presente sulle cellule immunocompetenti, consiste nel legarsi ad una proteina di superficie presente sulle cellule endoteliali, la VCAM-1 (vascular cell adhesion molecule-1, della superfamiglia delle Immunoglobuline). In pratica, il legame dell'alfa-4 integrina alla VCAM-1 fa 'aderire' le cellule immunocompetenti circolanti (linfociti e macrofagi) agli endoteli vasali.

Che proprio l'espressione degli antigeni-HLA di II classe e la 'contestuale' presentazione dell'antigene estraneo da parte degli astrociti ai linfociti-T siano i fenomeni fisiopatologici soggiacenti alla precipitazione dei CIC è confermato dall'osservazione che le sICAM, (molecole di adesione intercellulare che sono prodette dall'endotelio solo nella fase finale della "adesione stabile") si trovano soltanto nella SM (non si trovano nelle neuropatie senza placche, in cui non si arriva alla adesione stabile e non si ha precipitazione di CIC). Inversamente: se gli astrociti non sono produttori di antigeni-HLA di II classe, non si arriva alla adesione stabile e i complessi immuni circolanti non precipitano nel sistema nervoso centrale (non si formano placche).

In conclusione: la "cascata di attività adesive" porta ad una adesione stabile (strong adhesion) solo se è mediata dai sistemi:

LFA-1 ICAMs
LFA-1 (Leucocyte Function-associated Antigen), molecole di adesione leucocitarie
ICAMs (Inter-cellular adhesion molecules), molecole di adesione endoteliali
---------------- e/o ------------------

VLA-4 VCAM-1

VLA-4 (very late activation antigens), molecola di adesione delle cellule immuno- competenti circolanti
VCAM-1 (vascular celle adhesion), molecule di adesione dell'endotelio
 

Se in sede di flogosi non ci sono APCs tessutali che presentino l'antigene estrneo nel contesto degli Antigeni-HLA di II classe, endotelio vasale e cellule immunocompetenti circolanti non esprimono le molecole di adesione della fase finale: non si arriva ad una adesione stabile; non si ha infiltrazione linfomonocitaria; non si ha rottura della parete microvasale; non si ha stravaso di globuli rossi, piastrine, complessi immuni circolanti.

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE

Indice    Inizio pagina
Dr. Domenico Fiore ©1990-2004 Tutti i diritti riservati - È vietata la riproduzione senza il consenso scritto dell'Autore